E Se Venissi… Da Te A Natale?

Christmas Nude 2

«Si tratta pur sempre di un mestiere onesto e che mi permette di percepire uno stipendio adeguato al mio stile di vita. Ma oltre che per l’aspetto economico, adoro il mio lavoro perché mi sento appagata nel parlare con uomini eccitati che sentono il bisogno irrefrenabile di possedermi per soddisfare i loro desideri e le loro fantasie erotiche più perverse».
Questo è il pensiero di Patrizia, la protagonista di questa storia, una ragazza che ha deciso di lavorare come operatrice telefonica a luci rosse. Continue Reading

Quella Voglia In Mezzo Alle Gambe!

Mara

Nel suo essere diretto, tutto sommato era stato carino:
«Hai una fica bellissima Mara, pelosa e curata» mi scrisse la seconda volta Chase «ed anche il tuo seno è di una femminilità notevole» continuò poi aggiungendo altri particolari sulla mia fisicità prorompente! Perchè avessi accettato di “giocare” con lui all’inizio, tramite E-Mail, con confessioni private e scambio reciproco di foto, ancora me lo domando, ma se me lo chiedete oggi, dopo anni di amicizia con Chase, vi rispondo che se non lo avessi fatto, mi sarei sicuramente pentita. Ma facciamo un passo alla volta, il tempo per raccontarvi la mia storia, la nostra storia, lo troveremo. Continue Reading

La Signora In Nero

Woman On The Train

Non era la prima volta che la vedevo salire sul mio stesso Bus ed ogni volta non potevo non ammirare la sua prorompente femminilità. Ora vi aspetterete che vi dica che vestiva sempre con abiti attillati o magliette scollate che lasciavano intravedere le sue forme, niente di tutto questo, il suo vestiario era sempre elegante e mai volgare. Peró aveva “un qualcosa” nel suo portamento che ogni volta rimandava il mio pensiero sempre in quella direzione, si… insomma, quel pensiero, quel “verbo” che attraversa la mente di un uomo privo di ipocrisia ogni volta che vede una bella donna: «scopare». Continue Reading

Quell’Ultima Spruzzata Da Vergine!

Waitress

Era dai tempi delle medie, quando venivo “analizzato e selezionato” per vedere se fossi “giusto” per entrare in discoteca, che non mi fermavano all’entrata di un locale. In un’altra situazione gli avrei risposto a “modo”, visto che il tono del tipo era di quelli che si sentono dei Chuck Norris pronti a spaccare tutto e tutti solo perchè qualificati come dei “buttafuori”. Ma dato che stavo con Riccardo ed al momento volevo solo una birra senza troppe complicazioni prima della grande festa, gli rispondo facendolo sentire importante. Continue Reading

La Giovane Eleonora

Sexy Red Pool Teen

Dicono che il nero “sfina”, ma ad osservarla bene, lei era proprio magra di suo e guardando con più attenzione il viso, sembrava anche decisamente piccola. Le gambe molto magre, le cosce poco pronunciate, i fianchi stretti ed il seno sotto lo zero, completarono la mia radiografia sul fisico di quella ragazzina confermando la sua età. “Cazzo, è davvero piccola!” penso di nuovo mentre la squadro senza farmi notare dal resto delle persone in sala. Continue Reading

Schizzami!

My Dick

«La pornografia ormai è morta grazie alla Rete… ed io, visto che me lo hai implicitamente chiesto Alicia, io quando ho voglia di farmi una bella sega, vado sui siti amatoriali, dove ci sono tante donne e ragazze che amano farsi vedere nude o mentre scopano con altri uomini» le dico fissandola negli occhi «è molto più bello masturbarsi con queste donne adulte e consapevoli, che si eccitano a ricevere commenti pesanti sulle loro foto, vederle bagnarsi tra le gambe mentre vieni per loro… a me piace segarmi per loro e sono diventato anche piuttosto bravo a fare loro dei bei tributi con le mie abbondanti sborrate».
Normalmente non sono così esplicito con le donne, ma Alicia la conoscevo da appena due giorni e questo sfogo, con una quasi sconosciuta con la quale non avevo grossi progetti per il futuro, mi aveva dato una piacevolissima sensazione di leggerezza e libertà. Continue Reading

Lui, Lei & L’Amico Vergine

Sesso Virtuale

La luce dello schermo bastava ad illuminare la situazione, aveva tra le mani il suo pisello eretto e si stava masturbando lentamente! Se non fosse per la luce che emanava il monitor del PC portatile, non mi sarei accorto di nulla. Riccardo si stava segando nel silenzio più assoluto e fatta eccezione per il suo respiro affannoso, ed un leggero rumore provocato dalla sua mano che scivolava lungo l’asta del suo pisello, si poteva dire che in quella stanza non stava accadendo niente degno di attenzione. Continue Reading

L’Aurora Sboreale

Aurora

«Il mio nome è Aurora» mi dice alzandosi cercando di stringermi la mano e lasciando cadere definitivamente l’asciugamano sulla panca rivestita di piastrelle di porcellana. Ora è completamente nuda ed il vapore crea delle piccole bollicine d’acqua su tutto il corpo creando una sorta di patina sul suo fisico. La osservo attentamente in quei brevissimi secondi che impiega per avvicinarsi a me, ed ora con lei così vicina, ho la certezza che le tette sono inesistenti, quelle sul petto sono più due piccole albicocche che seni ed in mezzo alle gambe è completamente liscia. Il tempo si dilata e non posso non notare che la sua fica sembra tutta “un pezzo”, le sue grandi labbra serrate sembrano incollate l’una all’altra e non lasciano intravedere altro se non un solco pronunciato a malapena. Mi domando quale sforzo un futuro pretendente debba fare per trovare il suo buco. Continue Reading